• PIANO di ZONA di CORTEOLONA
  • PIANO di ZONA di CORTEOLONA
  • PIANO di ZONA di CORTEOLONA

Ufficio di Piano

L’Ufficio di Piano è l’organismo di supporto tecnico ed esecutivo alla programmazione; è responsabile delle funzioni tecniche, amministrative e della valutazione degli interventi per il raggiungimento degli obiettivi del Piano di Zona.

L'Ufficio di Piano garantisce una risposta integrata ai bisogni dei cittadini attraverso:

  • la programmazione, pianificazione e valutazione degli interventi;
  • la costruzione e la gestione del budget;
  • l'amministrazione delle risorse complessivamente assegnate (Fondo Nazionale Politiche Sociali, Fondo Sociale Regionale, Fondo per le non autosufficienze, quote dei Comuni e di altri eventuali soggetti);
  • il coordinamento dei soggetti sottoscrittori e aderenti all'Accordo di Programma.

L'Ufficio di Piano risponde nei confronti dell'Assemblea dei Sindaci, dell'Asl e della Regione, della correttezza, attendibilità e puntualità degli adempimenti previsti rispetto ai debiti informativi regionali.

L’Ufficio di Piano svolge le seguenti funzioni:

  • Coordinamento e responsabilità gestionale dei fondi assegnati secondo l’indirizzo fornito dall’Assemblea dei Sindaci e predisposizione delle rendicontazioni economiche che verranno fornite ai Comuni e alla Regione Lombardia;
  • attività di supporto amministrativo e di segreteria all’Assemblea dei Sindaci e al Comitato Esecutivo;
  • gestione degli interventi e delle attività previste nel Piano e stabilite, nel triennio, dall’Assemblea dei Sindaci;
  • cooperazione con l’ASL per il pieno sviluppo dell’integrazione socio sanitaria e predisposizione degli atti e della documentazione necessaria per il buon funzionamento del sistema integrato (accordi di programma, protocolli, convenzioni, modulistica?.);
  • attivazione dei gruppi tematici di programmazione e approfondimento per le priorità indicate dal Piano;
  • progettazione degli interventi innovativi in collaborazione, partnership o attraverso le forme di co-progettazione previste dalla normativa regionale, con altri attori del territorio;
  • coordinamento e controllo dei soggetti accreditati che concorrono alla realizzazione del Piano;
  • promozione e sostegno delle reti locali esistenti e di quelle che si possono creare a partire da problemi e priorità condivise;
  • Supporto per l’individuazione di aree di criticità dei servizi, punti di forza e di debolezza del Piano di Zona e potenzialità di sviluppo per aree di intervento;
  • monitoraggio delle attività, valutazione dei risultati conseguiti e aggiornamento annuale del Piano.