• PIANO di ZONA di CORTEOLONA
  • PIANO di ZONA di CORTEOLONA
  • PIANO di ZONA di CORTEOLONA

Servizi e Interventi - Area Adulti in Difficoltà

Il tavolo d’area dei nove ambiti della Provincia di Pavia, nell’affrontare i bisogni espressi dall’area adulti ha necessariamente prestato grande attenzione agli effetti della grave crisi economica che sta colpendo il territorio nazionale, e che investe anche molte famiglie della provincia. Sono in rapido ed esponenziale aumento, infatti, i cittadini che si rivolgono ai servizi portando il bisogno del lavoro (precariato o mancanza) e della casa (sfratto o perdita della proprietà), in un clima di grande incertezza e preoccupazione per il futuro.

Con riguardo a questi bisogni, il tavolo d’area ha convenuto sulla necessità di attivare in tempi rapidi sinergie e azioni congiunte a livello sovra-distrettuale, in stretta connessione con la Provincia

e tutti gli Enti che possono intervenire con proprie risorse nell’ambito. Il tavolo d’area ha posto infine grande attenzione alla necessità di sostegno ai soggetti adulti fragili, al fine di favorirne l’integrazione e l’inclusione sociale, con obiettivi che abbracciano le diverse sfere dell’autonomia, della socialità e della partecipazione attiva al modo del lavoro.

Un fenomeno preoccupante da affrontare è l’aumento del ricorso al gioco d’azzardo, che comporta danni economici alla famiglia e alla società. Parimenti occorre creare i presupposti perché le persone in regime alternativo alla detenzione, o scarcerate, possano reinserirsi nel tessuto economico, evitando la reiterazione del reato. Per chi è in carcere invece è opportuno istituire la figura del garante del detenuto. In tema di immigrazione, l’Ambito territoriale in questi anni è stato caratterizzato da un incremento del numero delle persone singole e nuclei familiari stranieri con conseguente crescita di esigenze di tipo alloggiativo, sociali, economiche e di integrazione culturale.

L’azione del Piano di Zona si propone per la prossima triennalità di affrontare il tema dell’immigrazione coinvolgendo il Terzo Settore e gli Enti, cofinanziando la realizzazione di progettualità finalizzate alla integrazione dei minori e dei nuclei familiari, promuovendo l’introduzione della mediazione linguistica all’interno dei 3 presidi scolastici e sostenendo uno sportello di accoglienza per attività di mediazione culturale e orientamento. Il diffuso fenomeno della violenza nei confronti delle donne, in tutte le sue manifestazioni, fisica psicologia e sociale, vede il PDZ impegnato nella condivisione di progettualità relative alla costruzione di percorsi di tutela per le vittime di violenza e nella sottoscrizione del protocollo d’intesa per la promozione di strategie condivise finalizzate alla prevenzione ed al contrasto del fenomeno della violenza nei confronti della donna che vede coinvolti diversi Enti ed Istituzioni tra cui la Prefettura di Pavia ed il Centro antiviolenza Liberamente.